Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Newsletter!

Iscriviti, resterai sempre informata!!

leggi la nostra Privacy Policy
Potrai rimuoverti da questa lista in qualsiasi momento

x

il mio Blog

Poi c’è questo Blog, nato per darti suggerimenti e consigli per organizzare al meglio il giorno delle tue nozze.
Parlo come wedding planner, e ti racconto alcuni fra i matrimoni realizzati, alcuni fra i progetti di wedding design, fornisco informazioni in merito al bon ton, ti aiuto a capire come riconoscere i fornitori giusti ed evitare quelli sbagliati. Ma ti parlo anche degli errori che spesso vengono commessi e riporto alcune strategie per poterli evitare.

Ho dato vita a questo Blog perché troppe volte ho visto matrimoni sbagliati, che hanno inevitabilmente rovinato il giorno speciale di due innamorati e dei loro invitati. Qui troverai post sugli aspetti organizzativi, sul flower design, sulle idee e le tendenze, sui matrimoni a tema, sulle decorazioni e tante curiosità sulle spose e sugli sposi.
Wedding

Continuo a raccontarvi della lezione di Carla Gozzi sul dress code wedding.

Il velo

 

Se seguiamo il dress code il velo è obbligatorio!

Il velo è realizzato con un tessuto particolare, diverso dai tessuti utilizzati per l’abito, perché deve avere una leggerezza e una caduta particolare.

La scelta del modello e dello stile dipende dall’abito, prima si sceglie l’abito e poi il velo.

I tipi di veli sono tanti, proviamo a chiamarli per nome:

  • a madonna: è particolare perché molto fotogenico! Incornicia il viso come in un quadro, ma non facile da gestire,
  • a fontana: si chiude nella parte alta, ha la caratteristica del tulle molto nervoso e quindi va a compensare un abito semplice, minimal. Si chiama velo a fontana perché si apre molto nel fondo. E’ molto divertente!
  • a cloque: molto bello, molto elegante e molto raffinato. Ma presuppone due cose: il viso deve essere molto bello e avere un bell’ovale ed essendo ricamato quando lo si toglie lascia tutti i segni dei ricami o del pizzo stampati sulla fronte e bisogna ripassare subito con il make up,
  • a coroncina: il viso è libero, ideale per quelle spose che non amano il velo, giovani, sprint: nelle foto risulta simpatico, un dettaglio molto importante,
  • la tiara: ha una sua origine: nelle case reali viene tramandata di generazione in generazione. E’ in oro bianco, ha i diamanti e viene regalata alle nuore. Nella nostra realtà si acquistano dei fake!

Al sud va molto, al nord la tiara cambia ed in versione moderna è una decorazione allo chignon. Ce ne sono di tantissimi modelli.

 

Le scarpe

 

La scarpa da sposa nel dress code è sempre chiusa! Non esiste il sandalo gioiello nel dress code!

Non spaventatevi ….vi parlerò di moda quando vi racconterò la lezione di Giuliana Parabiago.

La scarpa deve essere chiusa, bianca, in seta, in raso di seta o in pelle color magnolia, non ha decorazioni e non è troppo alta.

Perché nel dress code la scarpa è così classica e non è un sandalo gioiello? Perché il matrimonio è un sacramento e se vi sposate in chiesa ci vuole rispetto per l’ambiente e per il giuramento. Se volete sposarvi in spiaggia con una cerimonia civile mettete quello che volete.

 

Ah dimenticavo….d’obbligo le collant 15/20 denari di color bianco gesso!

Siete sconvolte? Avete ragione! Però sono le regole del dress code che la wedding ha il compito di dirvi, ma poi giustamente mettete quello che volete!

 

I gioielli

 

L’unico gioiello che può essere indossato è il punto luce e deve essere anche molto sobrio.

Nessuna parure nel décolleté, va tolto anche l’anello di fidanzamento, la fede è l’unico anello da indossare.

No alle perle! La perla porta lacrime. E’ quel tipo di gioiello che rappresenta meglio la professione, il business e non il matrimonio, dove in questo sacramento ci sono due parole di mezzo: la Purezza e l’Integrità. Ecco perché il bianco ed il cristal (diamanti, zirconi e swarovski)

 

No alle pietre semi preziose! Nei matrimoni estivi si rischia molto, perché solo nel periodo leisure cioè il sabato, la domenica e in vacanza si possono usare.

 

 

Il dress code della sposa termina in questo blog. A breve vi consiglierò come essere spose alla moda!!

 

logoOKorizz600.png
Non ci sono mai problemi,
solamente soluzioni.
© Copyright 2019 - DENISE FAVA
Designed by Beautiful Mind Creative Studio
All rights reserved

Credits

ziwa.png
badge_green_it1.png

Newsletter

Restate in contatto

Search